á

Marco Coradin     

 

 

 

Azione Cattolika

 

 

di Marco Coradin

 

giÓ Presidente unitario parrocchiale (1996-1997), e prima animatore-educatore e poi responsabile ACR

 

 

(devo ammettere che durante il mio trascorso in AC vivo due crisi: una di natura religiosa data dallo studio giovanile di Ludwig Feuerbach e in particolare del libretto "Principi della filosofia dell'avvenire" curato da Norberto Bobbio, crisi che don Giuseppe Alberti conosce e segue amichevolmente ma che non riesce a risolvere (mentre ci riuscir˛ da solo coltivando lo studio universitario e maturando diverse esperienze), un'altra di natura educativa data dallo studio e dalla lettura di alcune pagine del "Della educazione" di Renato Lambruschini, per cui abbandono l'impegno di animatore-educatore ACR ma mantengo, seppure con sofferenze interiori, la maschera di quello di responsabile). 

 

 

 

Per un'Azione Cattolica tradizionale, estroversa e missionaria 

Assemblea elettiva di AC nella parrocchia Duomo di Montagnana, 30 novembre 1997, in cui viene eletto l'esperto educatore dott. Renato Loro, Direttore Didattico della Scuola elementare Giuseppe Mazzini.

 

 

 

Articolato normativo di AC (1997) conforme allo Statuto del 1969
 

 

 

Centro parrocchiale giovanile Mons. Giovanni Mocellini

Il 15 novembre 1997 come Presidente unitario di AC propongo al parroco mons. Pietro Lotto la bozza di un progetto educativo-formativo-pastorale per un nuovo centro parrocchiale giovanile Mons. Mocellini (ex Casa della Giovane) di Montagnana. E' il risultato di un lavoro di equipe iniziato il 18 gennaio precedente con don Lorenzo Mischiati, Lucio Nicoletto, Stefano Tocchio e Massimo Cecco, ma del progetto non se ne fa niente.

 

 

 

 

Statuto del consiglio pastorale parrocchiale

Nel 1997 come Presidente unitario di AC propongo al parroco mons. Pietro Lotto la bozza di statuto del consiglio pastorale della parrocchia Duomo Santa Maria Assunta di Montagnana (diocesi di Padova) perchŔ lo integri, lo benedica e lo promulghi. Nell'adunanza del consiglio dei rappresentanti dei gruppi e delle contrade in cui si discute di questo, per˛, alcuni laici polemizzano infondatamente sulla reale potestÓ dei laici a deliberare il piano pastorale annuale che credono non abbiano per non vincolare ad esso il parroco, per cui la bozza di  statuto viene rigettata. 

 

 

 

 

Stage sulla comunicazione per operatori pastorali

Nell'inverno 1997 come Presidente unitario di AC, assieme a don Lorenzo Mischiati e a Giulio Trevisan, animatore dei Giovani/Adulti di AC, penso ad un articolato stage sulla comunicazione per operatori pastorali, che per vari motivi per˛ non viene realizzato.

 

 

 

 

Lettera-articolo di invito ad aderire all'AC

Per 8 dicembre 1996, festa dell'adesione all'AC, come Presidente unitario propongo un articolo d'invito ad aderire.

 

 

 

 

Schema di bilancio di Azione Cattolica

Nel novembre 1996 come Presidente unitario di AC propongo alla mia presidenza parrocchiale (composta dal parroco, dal cappellano, da Orlando Castaldello, Lauretta Soatto, Marina Pattaro, Walter Berto surrogato da Roberto Paccagnella, e Giovanni Draghi) uno schema di bilancio economico-patrimoniale di questa associazione per l'anno 1996/1997, che in base allo Statuto del 1969, rispetta l'autonomia dei suoi settori (Giovani e Adulti) e della sua articolazione (ACR). Viene nominato economo il rag. Fabio Passuello.

 

 

 

 

ComunitÓ e Territorio

Nel novembre 1996 come Presidente unitario di AC in surroga da maggio a Giorgio Boselli organizzo con l'AC diocesana, le Acli di Montagnana e Padova e la Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi quattro incontri di prima formazione socio-politica che propongo ai Christifideles laici associati del vicariato. Qui pubblico anche la nota di impegno e il saluto d'apertura.

 

 

 

 

ACR educational (1995):

 

 

 

 

 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.